Mi dispiace ma non è possibile fare click con il tasto destro...

Le Storie di Roma, il ciclo di affreschi dei Carracci a Palazzo Magnani a Bologna

La presenza della Famiglia Magnani a Bologna è documentata fin dal secolo XIII. Prima di esercitare la proficua arte del cambio, i Magnani esercitarono l’attività di magnani, ossia fabbri. Nel 1511 ebbero il grado senatorio dai Bentivoglio. Lorenzo Magnani iniziò nel 1577 i lavori di costruzione del Palazzo di via Zamboni 20 (già Strada San Donato), lavori ultimati nel 1577, come attesta un’iscrizione posta sul camino (opera di Floriano Ambrosini del 1592) della gran sala. Il Palazzo, di dimensioni non troppo vaste, costituisce una delle testimonianze più importanti della cultura bolognese, perché giunto a noi pressoché intatto, sia nella struttura architettonica attribuita a Domenico Tibaldi, sia per uno dei cicli pittorici più interessanti del panorama bolognese, quelli del Salone d’onore al piano nobile affrescato dai Carracci (Ludovico, Annibale e Agostino) tra il 1589 ed il 1592, che nelle Storie di Roma compongono il loro primo ciclo pittorico laico, una chiara svolta naturalista, aliena dagli artifici della maniera.

Aggiornato il 22 ottobre 2023

0
Domenico Tibaldi, poi Floriano Ambrosini, Palazzo Magnani (1577), in Via Zamboni n. 20 a Bologna
0
Domenico Tibaldi, Cortile a due ordini di loggiati di Palazzo Magnani a Bologna
0
Gabriele Fiorini, Ercole-Priapo, Loggiato a piano terra di Palazzo Magnani a Bologna
0
1592, I Carracci, Storie della fondazione di Roma, fregio I del Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna
0
1592, I Carracci (scuola), Ludi Lupercali, sopracamino Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna
0
1592, I Carracci, Storie della fondazione di Roma, I fregio del Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna
0
1592, Talamone che divide le Storie della fondazione di Roma, fregio del Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna
0
1592, I Carracci, Storie della fondazione di Roma, II fregio del Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna
0
1592, I Carracci, Storie della fondazione di Roma, III fregio del Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna
0
1592, I Carracci, Storie della fondazione di Roma, IV fregio del Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna
I Carracci, Ludovico, Annibale e Agostino, Storie della fondazione di Roma, 14 quadri del fregio del Salone delle Feste a Palazzo Magnani
0
1592, I Carracci, Romolo e Remo allattati dalla Lupa, fregio del Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna-1-2
0
1592, I Carracci, Remo mette in fuga e uccide i ladri di armenti, fregio del Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna
0
1592, I Carracci, Remo condotto in catene davanti a re Amulio, fregio del Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna
0
1592, I Carracci, Remo uccide il re Amulio, fregio del Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna
0
1592, I Carracci, L'asilo pre i profughi sul Campidoglio, fregio del Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna
0
1592, I Carracci, Remo traccia con l'aratro il confine di Roma, fregio del Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna
0
1592, I Carracci, Il ratto delle Sabine, fregio del Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna
0
1592, I Carracci, Romolo dedica a Giove Feretrio la spoglie del vinto re Acrone, fregio del Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna
0
1592, I Carracci, La battaglia fra romani e sabini, fregio del Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna
0
1592, I Carracci, Tito Tazio ucciso dai Laurenti, fregio del Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna
0
1592, I Carracci, Roma colpita dalla peste, fregio del Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna
0
1592, I Carracci, Il vecchio capitano dei Veienti schernito, fregio del Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna
0
1592, I Carracci, La superbia di Romolo, fregio del Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna
0
1592, I Carracci, Apparizione di Romolo a Prociulo, fregio del Salone delle Feste, Palazzo Magnani a Bologna

lascia un commento

Accetto la Privacy Policy

Questa sezione del sito è bloccata perchè non hai ancora accettato la cookie policy.