Mi dispiace ma non è possibile fare click con il tasto destro...

Il Palazzo dell’Archiginnasio, l’antica sede dell’Università a Bologna

Il Palazzo dell'Archiginnasio viene eretto a Bologna fra il 1562 ed il 1563, per volere del Legato pontificio in città, il cardinale Carlo Borromeo, su progetto dell'architetto bolognese Antonio Morandi detto Terribilia, con lo scopo, nel clima culturale del Concilio di Trento, di dare una sede unitaria all'insegnamento universitario, fino ad allora disperso in vari edifici. Il Palazzo presenta all'esterno un lungo portico di 30 arcate e si articola in due piani intorno ad un cortile centrale a doppio ordine di logge. Due ampi scaloni conducono al piano superiore, dove si trovano le antiche sale di studio dei Legisti (studenti di giurisprudenza) e degli Artisti (studenti di altre materie). Legisti ed Artisti potevano eccedere alle aule studio del primo piano solo salendo due scaloni separati, così come separate erano le Aule Magna: l'attuale Sala dello Stabat Mater per i Legisti, mentre gli Artisti avevano a disposizione l'attuale Sala di Lettura della Biblioteca Comunale. Le pareti delle sale, le volte degli scaloni e dei loggiati, sono ancora oggi fittamente decorate da iscrizioni e monumenti celebrativi dei maestri dello Studium e da circa 6.000 stemmi e iscrizioni celebrative dei professori e degli studenti che hanno frequentato questa università.

0
Il Palazzo dell'Archiginnasio si affaccia su Piazza Galvani a Bologna
0
Ingresso del Palazzo dell'Archiginnasio a Bologna
0
Il Cortile interno del Palazzo dell'Archiginnasio a Bologna
0
Il Cortile interno del Palazzo dell'Archiginnasio a Bologna-2
0
Lo Scalone degli Artisti a Palazzo Archiginnasio a Bologna
0
Stemmi araldici lungo lo Scalone degli Artsti per salire al primo piano del Palazzo dell'Archiginnasio a Bologna
0
Teatro Anatomico del Palazzo dell'Archiginnasio, 1637, progetto di Antonio Paolucci-3
0
Gli Spellati, scolpiti nel 1734 su disegno di Ercole Lelli, Teatro Anatomico, Palazzo dell'Archiginnasio
0
Teatro Anatomico del Palazzo dell'Archiginnasio, 1637, progetto di Antonio Paolucci-2
0
Teatro Anatomico del Palazzo dell'Archiginnasio, 1637, progetto di Antonio Paolucci
0
Gaspare Tagliacozzi, precursore della rinoplastica, Teatro Anatomico, Palazzo dell'Archiginnasio
0
Palazzo dell'Archiginnasio, Complesso araldico dei maestri dello Studio e stemmi degli studenti-2
0
L'Aula Magna dei Legisti, oggi detta Sala dello Stabat Mater, Palazzo dell'Archiginnasio
0
La Biblioteca Comunale dell'Archiginnasio a Bologna
0
Il Loggiato superiore del Palazzo dell'Archiginnasio a Bologna-2
0
Palazzo dell'Archiginnasio, Complesso araldico dei maestri dello Studio e stemmi degli studenti
0
Marcantonio Franceschini, Memoria del medico e biologo Marcello Malpighi, Palazzo dell'Archiginnasio
0
Il Cortile interno visto dal Loggiato superiore del Palazzo dell'Archiginnasio a Bologna-2
0
Stemmi araldici lungo lo Scalone dei Legisti per salire al primo piano del Palazzo dell'Archiginnasio a Bologna
0
Giovanni Luigi Valesio affresco del monumento dedicato a San Carlo Borromeo, Scalone dei Legisti dell'Archiginnasio
0
Lo Scalone dei Legisti a Palazzo dell'Archiginnasio a Bologna
0
Il Cubiculum Artistarum di Palazzo dell'Archiginnasio oggi ospita l'Accademia Nazionale di Agraria
0
Lorenzo Fiorini, Cubiculum Artistarum di Palazzo dell'Archiginnasio oggi sede Accademia Nazionale di Agraria
0
La sede della Società Medica Chirurgica di Bologna (1802) nel Palazzo dell'Archiginnasio
0
La sede della Società Medica Chirurgica di Bologna (1802) nel Palazzo dell'Archiginnasio-2
0
La Cappella di Santa Maria dei Bulgari a Palazzo dell'Archiginnasio di Bologna

L'edificio cessa la sua funzione universitaria nel 1803. Oggi è sede della Biblioteca più grande dell'Emilia-Romagna, che conserva importanti testi nelle discipline storiche, filosofiche, politiche, letterarie, artistiche, biografiche e bibliografiche ed una sviluppata sezione dedicata alla cultura bolognese. Al piano terreno alcune delle antiche aule sono occupate dalla Società Medica Chirurgica e dall'Accademia di Agricoltura. Al centro, nel lato orientale del cortile, davanti al portone d'ingresso, si trova la Cappella di Santa Maria dei Bulgari, con i resti del ciclo di affreschi Storie della vita della Vergine (1591-1594) del pittore bolognese Bartolomeo Cesi. Al primo piano del Palazzo si trova il Teatro anatomico, costruito su progetto di Antonio Paolucci, detto il Levanti, nel 1637. E' una sala dedicata allo studio dell'anatomia costruita in legno d'abete e decorata con due ordini di statue raffiguranti in basso dodici celebri medici: Ippocrate, Galeno, Fabrizio Bartoletti, Girolamo Sbaraglia, Marcello Malpighi, Carlo Fracassati, Mondino de' Liuzzi, Bartolomeo da Varignana, Pietro d'Argelata, Costanzo Vagoli, Giulio Cesare Aranzio e Gaspare Tagliacozzi, precursore della rinoplastica e la sua statua, sulla parete opposta alla cattedra, raffigura il medico che regge in mano un naso. In alto, sopra le statue, venti dei più famosi anatomisti dello Studio bolognese. Il soffitto a cassettoni, realizzato nel 1645 da Antonio Levanti, è decorato con figure simboliche rappresentanti quattordici costellazioni e al centro Apollo, nume protettore della medicina. La cattedra del lettore, che sovrasta quella del dimostratore, è fiancheggiata da due statue dette Gli Spellati, scolpite nel 1734 su disegno di Ercole Lelli, famoso ceroplasta dell'Istituto delle Scienze. Sopra al baldacchino una figura femminile seduta, allegoria dell’Anatomia, riceve come omaggio da un putto alato non un fiore, ma un femore.

One thought on Il Palazzo dell’Archiginnasio, l’antica sede dell’Università a Bologna

lascia un commento

Accetto la Privacy Policy