Mi dispiace ma non è possibile fare click con il tasto destro...

Art Nouveau, forme e colori della Bologna Liberty

La voglia di rinnovamento artistico che pervade l’Europa e gli Stati Uniti sul finire dell’800, riassunta nell’espressione di Art Nouveau, raggiunge anche l’Italia, dove assume il nome Stile Floreale o Liberty ed influenza l’arte della decorazione delle stoffe, dei mobili, degli oggetti di arredamento in genere, per poi passare anche nel campo dell'architettura.

Nella Bologna di fine Ottocento, il Liberty si presenta sotto due aspetti. Il primo è caratterizzato dalle intuizioni presenti nei richiami neo-medievali della Società Aemilia Ars, che produce raffinati oggetti d'uso quotidiano, come pizzi, mobilia, gioielli e tipografia. Il secondo aspetto trova terreno fertile nella rivoluzione urbanistica dettata dal Piano regolatore del 1889, che tra l’altro prevede l’abbattimento della terza cinta muraria cittadina, ed è anticipato dalla realizzazione della nuova Via dell’Indipendenza, con la costruzione di una serie di edifici in stile neorinascimentale e del Parco della Montagnola.

Legato ai richiami che giungono dal Secessionismo viennese e dalla Francia, il Liberty bolognese influenza l’arredo urbano cittadino, con la creazione di nuovi negozi, insegne, pensiline, cancelli, vetrate, nelle quali predomina l’utilizzo del ferro battuto. Poi da vita ad una piccola rivoluzione edilizia, la cosiddetta civiltà del villino, riferita ad una serie di edifici eretti sul perimetro occupato dalle precedenti mura cittadine e nella prima periferia fuori porta. I villini Liberty, realizzati con linee curve, sinuose ed eleganti e caratterizzati dalla presenza di una Torretta, vengono decorati con fregi, ghirlande, intrecci, spirali, dipinti e ceramiche ispirati al mondo vegetale e floreale. Finiranno per influenzare anche edifici più austeri, che non rinunciano però a tratti distintivi tipici dell’Art Nouveau.

0
Villino Liberty Sunflower, Via Oudinot 9 a Bologna
0
Villino Liberty Sunflower, Via Oudinot 9 a Bologna-2
0
Villino Liberty Sunflower, Via Oudinot 9 a Bologna-2-2
0
Augusto Sezanne, Palazzina Majani, il Liberty in Via Indipendenza 4 a Bologna
0
Villino Liberty in Viale Panzacchi 11 a Bologna
0
Ex profumeria Liberty Goselli, logge del Pavaglione angolo via Rizzoli a Bologna
0
Villino Liberty in Viale Panzacchi 11 a Bologna-2
0
Villino Liberty in Viale Panzacchi 1-2 a Bologna
0
Villino Liberty in Viale Gozzadini 19 a Bologna
0
Villino Liberty in Via Zambrini 8 a Bologna
0
Villino Liberty in Via Zambrini 1 a Bologna
0
Villino Liberty in Via Putti 2 a Bologna
0
Villino Liberty in Via Oudinot 29 a Bologna
0
Villino Liberty in Via Oudinot 8 a Bologna
0
Villino Liberty in Via Bellacosta 12 a Bologna
0
Alfredo Tartarini, Orologio Liberty in ferro battuto in Via Carbonesi, angolo Via Val d'Aposa a Bologna-2
0
Villa Elena, Liberty in Via Breventani 43 a Bologna
0
Villa Elena, Liberty in Via Breventani 43 a Bologna-2
0
Teatro Arena del Sole in Via Indipendenza a Bologna-2
0
Pensilina ex pasticceria Rovinazzi in Via D'Azeglio 34 a Bologna
0
Sala da tè ex pasticceria Rovinazzi, Via D'Azeglio 34 a Bologna
0
Sala da tè ex pasticceria Rovinazzi, Via D'Azeglio 34 a Bologna-2
0
Portico Liberty in Via Garibaldi a Bologna
0
Portico Liberty in Via Farini a Bologna
0
Lampione Liberty nel cortile di Palazzo Comunale a Bologna
0
Pensilina Liberty in ferro battuto in Via de' Toschi a Bologna
0
Paolo Sironi, La casa dei Girasoli (1905) in Viale Carducci 13-2 a Bologna
0
Palazzo Liberty in Viale Ercolani 1 a Bologna
0
Palazzo LIberty in Via IV Novembre a Bologna-2
0
Palazzo LIberty in Via de' Fusari - IV Novembre a Bologna
0
Orologio Liberty in ferro battuto, Via Castiglione, Palazzo Pepoli Campogrande a Bologna-2
0
Palazzo Ronzan in Via Rizzoli 1-3 a Bologna
0
Pensilina Liberty su Palazzo Ronzani in Via Rizzoli a Bologna
0
Mercurio alato, Dio degli scambi e del commercio, Palazzo Ronzani in Via Rizzoli a Bologna
0
Leonardo Bistolfi, Monumento in Memoria di Giosue Carducci a Bologna
0
Le 4 sculture di Alfonso Borghesani, Ospedale Gozzadini in Via Massarenti 11 a Bologna
0
Lampione Liberty in ferro battuto all'angolo della facciata di Palazzo Re Enzo a Bologna
0
La balconata del Pincio su Via Indipendenza, sullo sfondo Palazzo Maccaferri
0
Insegna Liberty in ferro battuto della Farmacia Zarri in Via Ugo Bassi a Bologna-2
0
Insegna Liberty del Banco di Roma (Officina Mingazzi) in via Ugo Bassi a Bologna
0
Insegna ex Cinema Modernissimo (1915) al piano terra di Palazzo Ronzani a Bologna
0
Il Liberty di Augusto Sezanne a Casa Stagni, già Scappi in Via Indipendenza a Bologna
0
Il Chiosco Liberty di via IV Novembre a Bologna
0
Giuseppe Romagnoli, Amor Patrio e Valor Militare, bronzi su Palazzo d'Accursio a Bologna
0
Giulio Marcovigi, Palazzina Crespi (1910-1912) in Via Matteotti a Bologna
0
Ex Sala Borsa Liberty all'interno di Palazzo d'Accursio
0
Ex Manifattura Tabacchi (1906), Via Riva Reno 72 a Bologna
0
Ex Casa commerciale Barilli in Via Rizzoli 16 a Bologna-2
0
Diego Sarti e Pietro Veronesi, Fontana della Ninfa, Scalea della Montagnola a Bologna
0
Decorazioni Liberty di Casa Stagni, già Scappi, Via Indipendenza 1 (Arch. Augusto Sezanne) a Bologna
0
Casa Sanguinetti (1907), Via Irnerio 35-39 a Bologna
0
Bologna Liberty, Casa Boldrini in Via Irnerio 5 a Bologna
0
Ettore Lambertini e Paolo Graziani, Palazzo Alberani (1909), Via Farini 19 a Bologna
0
Alfonso Borghesani, scultura sulla facciata di Palazzo Alberani (1909) in Via Farini 19 a Bologna

10 thoughts on Art Nouveau, forme e colori della Bologna Liberty

    • In effetti, Agnese, è stato così anche per me, ho visto palazzi che non avevo mai osservato bene. A Bologna, nel nostro piccolo, come dice prof.Riccomini, senza avere opere eclatanti, abbiamo di tutto e di tutti gli artisti.

  1. Ti samper piò brev!
    Pedalando e fotografando per la città… ci fai conoscere gli angoli più suggestivi e particolari della nostra Bologna. Grazie

  2. Ciao Guido come sempre davanti alle tue fotografie rimango incantata dalla tua passione x l’arte e il bello che ci circonda! Mai come in questo momento è vitale concentrare l’attenzione su questi capolavori! Grazie mille🍀da Doriana

  3. Ciao Guido bellissime foto che ci fanno apprezzare le tante bellezze della città che in molti casi non vengono osservate. Grazie e molti complimenti!

lascia un commento

Accetto la Privacy Policy