Mi dispiace ma non è possibile fare click con il tasto destro...

Categoria: Bologna

Una domenica in Pinacoteca a Bologna

La Pinacoteca Nazionale di Bologna, come si legge nel suo sito web, ha sede nella zona universitaria, nello stesso edificio storico che ospita l’Accademia di Belle Arti e la Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico di Bologna. In questo complesso si fondono esposizione, tutela, conservazione e studio del patrimonio storico artistico cittadino e regionale. La collezione ha il suo nucleo principale nelle opere che provengono dalle Chiese e dai Conventi bolognesi soppressi in età napoleonica, privilegiando quindi la […]

Un balcone si affaccia su Bologna: San Michele in Bosco

Appena raggiunto il piazzale-sagrato della Chiesa di San Michele in Bosco, si ha subito l’impressione di affacciarsi da un balcone sulla città, come ho citato nel titolo. Le colline che sovrastano Bologna, a pochi passi dal centro, offrono spesso questo aspetto al visitatore. Il complesso monumentale di San Michele in Bosco comprende la Chiesa e l’adiacente ex-Convento dei monaci Olivetani, acquistato sul finire del XIX secolo dal chirurgo Francesco Rizzoli e donato alla Provincia di Bologna, affinché vi realizzasse un […]

Bologna, Chiesa e Convento dei Servi

La Chiesa di Santa Maria dei Servi è stata elevata alla dignità di Basilica minore nel 1954 da Papa Pio XII. Viene eretta con l’annesso Convento (che attualmente ospita i comandi Regionale e Provinciale del corpo dei Carabinieri), nelle adiacenze dell’attuale Strada Maggiore, tra il 1386 e il 1437, su disegno di padre Andrea Manfredi da Faenza, generale dell’Ordine dei servi di Maria o Serviti (ordine mendicante della Chiesa cattolica fondato a Firenze attorno al 1233), che si avvale dell’opera […]

Palazzo Vassè Pietramellara a Bologna

La famiglia è in origine chiamata solo Vassè, dal castello feudale nei pressi di Parigi da cui proviene. Trapiantata nel Regno di Napoli all’inizio del sec. XIV, ottiene il governatorato sulla terra di Pietramellara, nella diocesi di Teano (tra Roma e Napoli), da cui deriva il secondo cognome. Nel 1490 Giacomo Vassè si reca a Bologna per studiare e rimane nella città, sotto la protezione di Giovanni II Bentivoglio, quale lettore di astronomia e matematica nello Studio. In seguito, la […]

Palazzo della Mercanzia

Il Palazzo della Mercanzia oggi è sede della Camera di Commercio, Industria, Agricoltura e Artigianato di Bologna. È detto anche Palazzo del Carrobbio per la sua collocazione in una delle piazze più antiche di Bologna (piazza Mercanzia), presente già in età romana all’incrocio tra l’antica via Emilia per Rimini (oggi strada Maggiore) e l’antica via Salaria per Ravenna (oggi via San Vitale). Nell’area, dopo l’VIII secolo, sorgeva un borgo abitato da una comunità di Longobardi, le cui strade ad orientamento radiale andavano a convergere nell’attuale piazza di […]

Michelangelo Buonarroti a Bologna

Quando pensiamo a Michelangelo Buonarroti (Caprese Michelangelo, 6 marzo1475 – Roma, 18 febbraio 1564), di solito la mente corre a Firenze e Roma, e non a Bologna, città che lo ha ospitato ed in cui ha lavorato per due volte. Oggi, a 450 anni dalla morte, il dott. Giardina di Archemilia ci da la possibilità, in questa visita guidata, di ripercorrere le tracce della sua presenza a Bologna. Questo il percorso, riassunto negli scatti qui sotto: siamo partiti da Palazzo […]

La Bologna dei Bentivoglio

Oggi sono sulle tracce della presenza dei Bentivoglio a Bologna attraverso le opere che la famiglia ha lasciato in eredità alla città. In particolare, due costruzioni che si affacciano sulla odierna via Zamboni: la Chiesa di San Giacomo Maggiore, che conserva al suo interno la Cappella Bentivoglio, e l’Oratorio di Santa Cecilia. Uno sguardo anche al Teatro comunale, perché edificato sull’area dove si ergeva il grande palazzo Bentivoglio con le sue scuderie su Piazza Verdi. I Bentivoglio furono Signori di Bologna, in lotta con il potere […]

Basilica di Santo Stefano

La Basilica è in realtà un Complesso, denominato anche delle sette Chiese, dove convivono artisticamente e spiritualmente, nell’ordine, i Romani e i primi Cristiani, Bizantini e Longobardi fino ai Benedettini, in quella che la tradizione considera una ricostruzione simbolica dei luoghi della Passione di Cristo, come attesterebbe l’antica denominazione del Complesso, Sacra Hierusalem, voluta da San Petronio (vescovo di Bologna dal 431 al 450) ed edificata sopra un preesistente tempio pagano dedicato ad Iside.

Villa Guastavillani

Nel novero dei Palazzi senatorii bolognesi, anche se residenza estiva, Villa Guastavillani occupa certo un posto di rilievo, soprattutto per il buon stato di conservazione. Il Palazzo di Barbiano (oggi Villa Guastavillani) viene progettato dall’architetto Ottaviano Mascarino, poi realizzato da Tommaso Martelli a partire dal 1575, per volere del Cardinale Filippo Guastavillani, nipote di Papa bolognese Gregorio XIII Boncompagni, quello della riforma del calendario.

Bagni di Mario

La Conserva di Valverde, a Bologna meglio conosciuta come Bagni di Mario. Il cosiddetto sistema delle acque a Bologna non è caratterizzato dalla copiosa presenza delle stesse, ma dall’organizzazione ingegneristica che ha saputo incanalare ed utilizzare al meglio le poche risorse idriche presenti. I Bagni di Mario ne sono un esempio.