Mi dispiace ma non è possibile fare click con il tasto destro...

Categoria: Autori

Lippo di Dalmasio degli Scannabecchi, il “Madonnaro” bolognese, tra Trecento e Quattrocento

Lippo di Dalmasio degli Scannabecchi nasce a Bologna dopo il 1350 e a Bologna muore nel 1410. Appartiene alla prestigiosa famiglia pittorica degli Scannabecchi: è figlio di Dalmasio e nipote di Simone di Filippo Benvenuti, detto Simone “dei Crocifissi”. La sua attività iniziale come pittore è documentata in Toscana e a Pistoia in particolare, tra il 1380 ed il 1387, anno in cui Lippo rientra a Bologna. Qui trova una città profondamente cambiata: dopo le turbolenze di decenni di lotte […]

Giovanni Francesco Barbieri, detto Il Guercino. Un percorso museale bolognese

Giovanni Francesco nasce nel 1591 a Cento, tra Bologna e Ferrara. Lo strabismo, che gli vale il soprannome di Guercino, non preclude sin da bambino un particolare talento per il disegno, tanto che a otto anni realizza sulla facciata della sua casa di Cento, demolita, il disegno della “Madonna di Reggio”. È stato un geniale autodidatta, che si guarda intorno e si ispira a vari modelli in grado di influenzare ed indirizzare il suo stile. Guercino nel 1607 studia presso […]

La Cappella Bentivoglio nella Basilica di San Giacomo Maggiore a Bologna

Giovanni II Bentivoglio, all’apice della sua Signoria de facto su Bologna (1463-1506), prende in considerazione l’idea di ingrandire la Cappella iniziata da Annibale Bentivoglio nel 1445, all’interno della Chiesa di San Giacomo Maggiore, accorciando la contigua chiesetta di Santa Cecilia, in cambio della costruzione, a pubbliche spese, del portico che ancora oggi affianca San Giacomo su Strada San Donato (oggi Via Zamboni). L’attuale Basilica di San Giacomo Maggiore, consacrata nel 1344, durante il ‘400 era per così dire la Chiesa […]

I fasti di Palazzo Zani a Bologna

La famiglia Zani, ricchi mercanti di lana originari di Firenze, pur non facendo parte del Senato bolognese, ha una posizione economica di rilievo, tale da consentire la costruzione della grande residenza di via Santo Stefano 56. Commissionata all’architetto Floriano Ambrosini (1557-1622), viene inaugurata nel giugno del 1594, con una fastosa cerimonia pubblica durante il Palio di San Ruffillo, che si correva lungo quella che allora si chiamava Strada Santo Stefano. Al pianterreno del Palazzo troviamo la sala con soffitto e […]

Gli affreschi di Palazzo Poggi e la Torre della Specola

Palazzo Poggi, situato a Bologna in via Zamboni (Strà San Donato fino al 1867), ha per così dire due vocazioni. La prima, quella privata, inizia con la sua costruzione voluta nel 1549 da Alessandro Poggi, forse su progetto di Pellegrino Tibaldi (*), e completata, alla morte di Alessandro, dal fratello, Giovanni Poggi, tesoriere pontificio e nunzio apostolico presso l’Imperatore Carlo V. Giovanni ha notevole peso nelle vicende del tempo, rivestendo un ruolo da protagonista delle trattative tra Carlo V e Papa […]

Una domenica in Pinacoteca a Bologna e i pittori del Rinascimento bolognese

Come si legge nel sito web, la Pinacoteca Nazionale di Bologna, assieme all’Accademia di Belle Arti, è ospitata negli spazi dell’ex noviziato gesuitico e Chiesa di Sant’Ignazio, costruiti tra il 1728 e il 1735 su progetto dell’architetto bolognese Alfonso Torreggiani. Dopo l’ingresso delle truppe napoleoniche a Bologna, nel 1796, e la soppressione degli ordini religiosi, l’Accademia Clementina, con il nuovo nome di Accademia di Belle Arti, iniziò a raccogliere numerosi beni provenienti dagli enti soppressi; la necessità di spazi più […]

Una Pinacoteca diffusa nelle Chiese di Bologna

Le immagini di questo articolo rappresentano Bologna come una sorta di Pinacoteca allestita all’interno delle sue Chiese, anche le cosiddette “minori”, così definite perché meno conosciute di altre, ma di certo non meno interessanti. L’ispirazione è suggerita dalla lettura dei testi di Eugenio Riccomini (*).  Secondo l’autore, infatti, “questa nostra città, pur priva di capolavori sublimi e obbligatori (…) invita alla scoperta: passeggiando, è consentito intrufolarsi negli androni dei palazzi, scoprire cortili e scaloni, sbirciare affreschi, entrare e uscire dalle […]

Amico Aspertini, Artista bizzarro e fantastico

Amico Aspertini (Bologna, 1474 circa – Bologna, 1552) è stato pittore, scultore, frescante e disegnatore, protagonista della cultura artistica bolognese della prima metà del Cinquecento. Opera nel cuore del Rinascimento, ma, per le caratteristiche del suo stile, si pone al di fuori di esso, superandone gli schemi. Secondo Eugenio Riccomini: Egli conosceva direttamente cose di Raffaello e di Michelangelo, e tuttavia prende tutt’altra strada. Rinuncia ben presto a perseguire l’idea e il fantasma della bellezza antica e classica, e dipinge […]

I Carracci, Ludovico, Agostino ed Annibale, una storia bolognese

I due fratelli Carracci, Annibale (Bologna, 1560 – Roma, 1609) ed Agostino (Bologna, 1557 – Parma, 1602), assieme al loro cugino Ludovico (Bologna, 1555 – 1619), costituiscono forse un caso unico di collettivo nella storia dell’arte, e sono tra i protagonisti del rinnovamento artistico della seconda metà del Cinquecento. Si formano nella loro città natale, Bologna, affrescando dimore nobiliari, Palazzo Fava, Palazzo Magnani e Palazzo Sampieri Talon, con decorazioni innovative per il sistema delle arti figurative del loro tempo. Propongono […]

Madonne di strada bolognesi – Bolognese street Madonnas

Pubblicando questi scatti di strada di Bologna, ho ripensato alle parole del professor Eugenio Riccomini, preludio del suo Il Perditempo: Bologna, si dice, è una città ancora atta al passeggio. Passeggiando, è consentito intrufolarsi negli androni dei palazzi, scoprire cortili e scaloni, sbirciare affreschi, entrare e uscire dalle chiese, annusare sacrestie, socchiudere portoni. Si può insomma, nei ritagli di tempo e deviando solo leggermente dal proprio itinerario, fare un po’ di shopping visivo insolito e per di più gratuito. Si scopriranno […]