Mi dispiace ma non è possibile fare click con il tasto destro...

Archivi degli autori: Guido Barbi

Le antiche origini dell’Eremo di Ronzano, sulla prima collina sopra Bologna.

Il Colle di Ronzano era frequentato sin dalla prima Età del Ferro e conosciuto anche da Etruschi e Romani. Da questa collina prospiciente al centro storico di Bologna si può osservare una sorta di triangolo che unisce il Colle della Guardia, col Santuario di San Luca, il Colle dell’Osservanza, con i resti della Chiesa della Madonna del Monte e l’Eremo di Ronzano, tre luoghi sacri idealmente accomunati dalle stesse origini al femminile. Secondo leggende e tradizioni, la Madonna del Monte […]

Il Cenobio di San Vittore sorge sul Monte Giardino, sopra Bologna

Oggi sono sui primissimi colli bolognesi, per una visita al Cenobio di San Vittore, uno dei luoghi più antichi e suggestivi della città. Giosuè Carducci, in una delle sue relazioni storiche, ricorda che “…del tempio si ha notizia fin dal 441. Le memorie diplomatiche risalgono al 1073 ed al 1178, anno in cui la Chiesa venne solennemente consacrata al Vescovo Giacomo…”. L’antico Cenobio è dedicato a San Vittore, martire del IV secolo. Si tratta di un edificio in stile romanico, […]

Bologna ai piedi della Torre Prendiparte

Città turrita per eccellenza, Bologna possedeva in epoca medievale (tra XI e XII secolo) un panorama urbano costellato di numerose Torri. Inizialmente sono concepite come osservatori militari, strategici per la difesa della città. Dopo il 1120 le Torri passano nelle mani delle famiglie più facoltose, che iniziano a costruirne altre come simbolo di potere e di prestigio, ma utilizzate anche per difendere e offendere nelle lotte cittadine tra Guelfi e Ghibellini. Delle 22 Torri oggi superstiti e visibili a Bologna […]

La Chiesa del Santo Sepolcro a Bologna

Alla Basilica di Santo Stefano a Bologna (le Sette Chiese nella tradizione popolare) è stato conferito il titolo di Sancta Hierusalem in quanto rappresenta una delle più compiute riproduzioni esistenti della Chiesa del Santo Sepolcro di Gerusalemme. La vocazione di questo Complesso si manifesta in modo particolare nella Chiesa del Santo Sepolcro, in origine intitolata al protomartire Stefano. Viene edificata, secondo tradizione, agli inizi del V secolo da Petronio (Vescovo di Bologna tra il 431/432 e il 450 e successivo […]

La presenza di Niccolò dell’Arca a Bologna

Nella composizione del Compianto sul Cristo morto, attualmente collocata nel Santuario di Santa Maria della Vita a Bologna, sul cuscino su cui poggia il capo del Cristo, si può notare l’incisione Opus Nicolai de Apulia. Della vita di Nicolai de Apulia si hanno poche notizie: nasce probabilmente intorno al 1435 da padre dalmata, di Ragusa (Dubrovnik), e si firma de Apulia quando il termine Apulia all’epoca indicava tutto il Regno di Napoli; a volte viene chiamato anche barese. Dopo il […]

La Basilica di Santo Stefano o Complesso delle Sette Chiese, la Sancta Hierusalem bolognese

La Basilica di Santo Stefano, tradizionalmente conosciuta come le “Sette Chiese”, rappresenta una delle più compiute riproduzioni della Chiesa del Santo Sepolcro di Gerusalemme. Con l’inserimento di simbologie che richiamano la Passione di Cristo, viene offerta nei secoli alla venerazione dei credenti e dei pellegrini. Due sono le date certe, l’887 e il 983, che certificano la presenza della Sancta Hierusalem bolognese nei luoghi nei quali la troviamo ancor oggi. La tradizione, viceversa, vuole che sia stato Petronio il promotore […]

Il Giardino all’italiana ritrovato di Villa Spada a Bologna

I recenti lavori di riqualificazione a Villa Spada, in Via di Casaglia 3, sulle prime pendici collinari sopra Bologna, hanno permesso di valorizzare il suo Giardino all’italiana, raro esempio nel contesto bolognese. Villa Spada viene eretta in stile neoclassico nella tenuta Zambeccari sul finire del Settecento, su progetto attribuibile all’architetto italo-svizzero Giovan Battista Martinetti, figura importante nella storia dei giardini bolognesi, al quale si devono la sistemazione della Montagnola e dell’Orto Botanico ai primi dell’Ottocento. Nel giardino all’italiana da lui […]

Una passeggiata nella storia di Bologna, sul Colle dell’Osservanza

Il Colle dell’Osservanza si erge ad un passo da Bologna. Il nome non si riferisce al suggestivo panorama sulla città che si osserva percorrendo le sue pendici, ma alla presenza dei Frati Minori Osservanti la regola dell’Ordine Francescano. Raggiungere la sommità della collina, posta a 231 metri sul livello del mare, dopo un percorso di circa 1,5 km, offre spunti non solo paesaggistici, ma anche riflessioni sulla storia religiosa ed artistica di Bologna. Punto di partenza della mia passeggiata è […]

Lippo di Dalmasio degli Scannabecchi, il “Madonnaro” bolognese, tra Trecento e Quattrocento

Lippo di Dalmasio degli Scannabecchi nasce a Bologna dopo il 1350 e a Bologna muore nel 1410. Appartiene alla prestigiosa famiglia pittorica degli Scannabecchi: è figlio di Dalmasio e nipote di Simone di Filippo Benvenuti, detto Simone “dei Crocifissi”. La sua attività iniziale come pittore è documentata in Toscana e a Pistoia in particolare, tra il 1380 ed il 1387, anno in cui Lippo rientra a Bologna. Qui trova una città profondamente cambiata: dopo le turbolenze di decenni di lotte […]

Ludovico Carracci e gli affreschi di Villa Paleotti Isolani a Minerbio

Nel Rinascimento veneziano si inizia ad usare il termine villeggiatura ad indicare l’usanza di risiedere presso le Ville di campagna durante certi periodi dell’anno. E questo facevano anche i Paleotti quando si recavano nella cinquecentesca Villa eretta nei pressi di Minerbio, poi passata alla famiglia Isolani nel 1807. La famiglia Paleotti è fortemente legata all’immagine del Cardinale e Vescovo di Bologna, Gabriele Paleotti (1522–1597), figura di spicco del Concilio di Trento (che proprio a Bologna ha una sua sede dal […]