Mi dispiace ma non è possibile fare click con il tasto destro...

La Certosa di Bologna

Il Cimitero Monumentale della Certosa di Bologna

Gli Etruschi, nei secoli tra il VI ed il V a.C., avevano già adibito l'area della Certosa alla sepoltura dei morti. Lo attesta la scoperta fortuita di una loro necropoli, avvenuta tra il 1869 ed il 1873, a seguito del rinvenimento di una tomba etrusca durante i lavori per la costruzione di un sepolcro nel Chiostro delle Madonne. Prima di questa data non si hanno documenti che ne attestassero la presenza; alla sospensione forzata dei lavori, le tombe portate alla luce erano 417.

Se ti piace questo articolo, ti consiglio queste gallerie...

A partire dal 1334, il giureconsulto guelfo Giovanni D’Andrea fonda nella stessa area la Certosa di San Girolamo di Casara, un nucleo monastico certosino che comprendeva la Chiesa, gli edifici accessori e 12 (come il numero degli apostoli) celle per i monaci; donazioni successive consentiranno l’ulteriore abbellimento del complesso, rinomato in tutta Europa e meta di visita nel 1700.

Il Cimitero comunale fu istituito riutilizzando le preesistenti strutture del convento dei Certosini, confiscate a seguito della soppressione dell’ordine stesso dopo la discesa delle truppe napoleoniche a Bologna e con l’instaurazione della Repubblica. Nel 1800 la Commissione di Sanità del Dipartimento del Reno destinò l’area, divenuta proprietà demaniale, a cimitero. Le prime inumazioni ebbero luogo nel 1801.

La forte passione della nobiltà e della borghesia per la costruzione dei sepolcri familiari, trasformò la Certosa in un vero e proprio museo all'aria aperta, attirando anche illustri visitatori, quali Chateaubriand, Byron, Dickens, Mommsen, Stendhal. La Chiesa, non parrocchiale, è da diversi anni gestita dalla comunità dei Passionisti di Casalecchio di Reno.

Per chi volesse approfondire, consiglio La Certosa di Bologna, a cura di Giovanna Pesci, 2001 Editrice Compositori.

Le fotografie

0
Certosa di Bologna, Chiesa di San Girolamo-2
0
Certosa di Bologna
0
Certosa di Bologna, Tomba Weber, 1957
0
Certosa di Bologna, Tomba Veronesi, 1916
0
Certosa di Bologna, Tomba Simoli, 1892
0
Certosa di Bologna, Tomba Ropa, 1947
0
Certosa di Bologna, Tomba Ottani, 1815-16-2
0
Certosa di Bologna, Tomba Murat, 1864
0
Certosa di Bologna, Tomba Montanari, 1891
0
Certosa di Bologna, Tomba Montanari, 1891-2
0
Certosa di Bologna, Tomba Malvezzi Angelelli, 1827-33
0
Certosa di Bologna, Tomba Lucio Dalla, 2012
0
Certosa di Bologna, Tomba Gangia, 1896
0
Certosa di Bologna, Tomba Dozzae monumento ai caduti Partigiani
0
Certosa di Bologna, Tomba Contri, 1873
0
Certosa di Bologna, Tomba Carpigiani, 1970
0
Certosa di Bologna, Tomba Bisteghi, 1891
0
Certosa di Bologna, Tomba Barbieri, 1955
0
Certosa di Bologna, Sala delle Tombe, Carlo Monari, Caduti dell'Indipendenza
0
Certosa di Bologna, Portico con Tombe dipinte
0
Certosa di Bologna, Monumento ai caduti Partigiani
0
Certosa di Bologna, Galleria degli Angeli
0
Certosa di Bologna, Galleria a tre navate
0
Certosa di Bologna, Galleria a 3 navate, Tomba Cocchi, 1868
0
Certosa di Bologna, Corridoio dipinto
0
Certosa di Bologna, Corridoio dipinto-2
0
Certosa di Bologna, Corridoio dipinto-2-2
0
Certosa di Bologna, Cippo Aleotti, 1881
0
Certosa di Bologna, Ciostro dei Caduti
0
Certosa di Bologna, Chiostro X
0
Certosa di Bologna, Chiostro delle Madonne di strada
0
Certosa di Bologna, Chiesa San Girolamo
0
Certosa di Bologna, Chiesa San Girolamo-2
0
Certosa di Bologna, Chiesa di San Girolamo
0
Certosa di Bologna, Chiesa di San Girolamo-3
0
Certosa di Bologna, Cella Magnani, 1904-2
0
Certosa di Bologna, Busto attr. al Bernini
0
Certosa di Bologna, Bartolomeo Cesi, con San Girolamo, fine 500
0
Certosa di Bologna-55
0
Certosa di Bologna-37
0
Certosa di Bologna-36
0
Certosa di Bologna-33
0
Certosa di Bologna-26
0
Certosa di Bologna-23
0
Certosa di Bologna-13
0
Certosa di Bologna-9
0
Certosa di Bologna-6
0
Certosa di Bologna-2
0
Certosa di Bologna-2-2
0
Certosa di Bologna Chiostro delle Madonne

14 thoughts on La Certosa di Bologna

    • vero, oltre al momento riflessivo per il luogo particolare, una parte della storia di bologna la si può riscoprire proprio in Certosa. Un caro saluto.

  1. come sempre i complimenti sono d’obbligo,io le ho fatte le foto, belle anche le mie, ma le tue le superano di gran lunga. ciao

  2. i complimenti sono d’obbligo, anch’io ho fatto le foto in certosa, belle anche, ma le tue le superano di gran lunga

  3. Caro Guido, questa volta hai superato te stesso! Le tue foto rendono pienamente la forza espressiva delle bellissime statue realizzate a memoria dei defunti. Grazie di aver testimoniato così efficacemente la nostra prima suggestiva visita alla Certosa.

    • Grazie Anna-Maria. Ti anticipo che stiamo già organizzando per l’autunno la seconda parte della visita alla Certosa. Un abbraccio.

lascia un commento